martedì 9 febbraio 2010

CAVALLO DI BATTAGLIA

la torta di carote

Tranquilli non siete capitati per sbaglio in una puntata di Amici, ma per questa torta di carote non c’era titolo più calzante.

Per anni è stata il mio cavallo di battaglia, nel periodo universitario credo di averla preparata almeno mille volte, a ogni cena, festa, compleanno mi veniva inesorabilmente richiesta Lei, la torta di carote.

Non che avessi miriadi di dolci nel mio repertorio (quando non si ha pieno possesso della cucina, è difficile convincere una mamma che non amava molto sperimentare -ovviamente adesso sperimenta eccome - a provare nuove ricette)..ma lei era sempre la più gettonata! Strano come poi alcune ricette per favolose cadano in quasi totale disuso a favore di nuove... mentre la preparavo mi sono resa conto che erano davvero tanti anni che non la cucinavo.

Nata per caso, nel tentativo di replicare la torta di carote trentina, che per inciso da piccola, nonostante le mie annuali e ripetute frequentazioni estive in montagna, non ne volevo sapere di mangiare neanche sotto tortura perché una torta con una verdura non poteva neanche lontanamente essere commestibile! Per fortuna con l’età della ragione ho cambiato idea. Questa versione non ha le pretese di essere quella originale (provate a cercare su google “torta di carote trentina” e vedrete miriadi di versioni le più disparate) ma si avvicina abbastanza. La ricetta, con gli appropriati aggiustamenti di zucchero, è rielaborata da un vecchio libro di ricette degli anni 80 “la tavola d’oro” e mai più cambiata nel corso degli anni.

Torta di carote

la torta di carote

Ingredienti:

100gr di burro morbido

100 gr di zucchero grezzo di canna

50 gr di zucchero mascobado

2 uova

250 gr di carote

150 gr di mandorle tritate (se come me preferite che si sentano i pezzettini di mandorle, tritatele per metà finemente e l’altra metà più grossolanamente.)

250 gr di farina 00

Latte qb

18 gr di cremortartaro (una bustina)

Zucchero a velo per decorare (nella fattispecie non usando praticamente mai lo zucchero bianco e soprattutto non avendo in casa lo zucchero a velo, ho usato un cucchiaio di zucchero di canna polverizzato nel macinacaffè a velocità massima..il risultato non è proprio identico e rimangono alcuni cristalli ma basta passarlo nel setaccio)

Lavorate a crema il burro con lo zucchero (consiglio la planetaria o le fruste, in mancanza usate un cucchiaio di legno), e, sempre mescolando unite le uova una alla volta. Quando sono ben amalgamate iniziate ad aggiungere le carote tritate molto finemente (fate questa operazione all’ultimo momento perché le carote anneriscono in fretta), le mandorle e infine la farina setacciata con il cremortartaro. Se il composto fosse troppo compatto (di solito lo è) aggiungete poco latte per ammorbidirlo. Versate il tutto in una tortiera da 26 cm imburrata e infarinata. Infornate a 180° per circa 30-40 minuti (prova stecchino). Lasciate raffreddare e cospargete la superficie con lo zucchero a velo.

La torta da il meglio di sé il giorno dopo, circa 18-24 ore dopo averla sfornata quindi vi consiglio di resistere e gustarla come si deve. Unico difettuccio: si sbriciola un pochino ma per me è un pregio.

la torta di carote

37 commenti:

  1. Ma sai che anche in Svizzera abbiamo tra i dolci più comuni la torta di carote? Ed è di un buono...
    Da noi si glassa in superficie con una glassa di zucchero a velo e succo di limone: squisita!

    RispondiElimina
  2. Tesoro Bello, ma che bel cavallino che hai...!! ;) dai che scherzo.. Concordo pienamente che i gusti cambiano e ti vengono a piacere con il passare del tempo si cambiano i gusti e si tenta d'assaggiare cosine che prima la tua cocciutissima testolina le rifiutava.... é bellissima e soprattutto friabile é deliziosa.. bacetto

    RispondiElimina
  3. Giò succede anche a me .. ci sono torte o piatti che cucini per anni e poi improvvisamente te ne dimentichi... ma quando li RIsfoderi hanno mantenuto il loro antico e impareggiabile sapore! dalla foto sembra parecchio morbida e invitante! :-)
    un baciotto
    Pippi

    RispondiElimina
  4. Eheheh...mica male questa torta??Anzi, ti dirò, che la torta di carote è, tra i classici, una delle mie preferite ed in assoluto la preferita del mo ragazzo!Quindi ricetta più che benvoluta!!Appunto!

    RispondiElimina
  5. Io la adoro la torta di carote!L a facevo spesso, una ricetta leggerissima che si scioglieva in bocca, senza burro.Non saprei resistere ad una fetta!
    Bellissima la torta e belle foto Giò!
    baci

    RispondiElimina
  6. una torta deliziosa! complimenti!

    RispondiElimina
  7. hai rispolverato per bene, da come si presenta si è presa la rivincita per tutto il tempo che è rimasta in angolo.

    RispondiElimina
  8. come ti dicevo in altri lidi...la voglioo...ma tu non mi porti la torta e mi dai la ricetta....vabbèèèèèè mi accontento! bacissimo

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Ecco da qui (pc marito - marito assente, pc disponiblie) ci riesco...
    A me e al marito(zzo piace tanto, ma le puzzole sono inorridite quando hanno scoperto il segreto del colore solare...
    Mi sa che ci ripoverò con qualche trucco...

    RispondiElimina
  11. bedda mia anch'io ho una torta di carote favolosa, ma proverò anche la tua versione perchè sei "la socia"
    ;)
    ***
    cla

    RispondiElimina
  12. Vero, vero! Si fanno per periodi sempre le stesse cose, e poi, puff... via nel dimenticatoio!
    Hai fatto bene a far uscire "il cavallo"!
    Se ne potrebbe avere una fettina? ;-)

    RispondiElimina
  13. stupenda, buona, ne sono golosissima!!!^^

    RispondiElimina
  14. mmm, non ho nessun cavallo di battaglia della giovinezza, lasciavo la cucina a mia madre; solo delle mele al forno farcite di ogni cosa e ricoperte di crema pasticcera, tutto servito freddo, vennero fatte più di una volta e usate per sedurre un certo tizio che per un po' fu oggetto delle mie attenzioni.

    RispondiElimina
  15. @Sarah: l'idea della glassa al limone è proprio niente male, un buon motivo per rifarla!
    @Vale: più che altro io ho le fisse del periodo e poi devo sempre sperimentare cose nuove..
    @Pippi: è vero, era proprio uguale a come ricordavo!
    @Olivia:appunto!
    @Saretta: ehi, adesso sono curiosa, non me la passeresti la ricetta senza burro?
    @Federica: grazie
    @Astro: se l'è presa eccome!
    @Lo:la prossima volta che ci vediamo prometto che la porto!
    @CristinaB: mai dire ai bimbi che in dolce ci sono le verdure...
    @Claudia: ennò, pure io voglio la tua favolosa!
    @Marcella: ops..è già finita, la prossima volta ti chiamo!
    @Mariluna: pure io, accidenti a me che non l'avevo + fatta!
    @Artemisia: ma almeno il certo tizio ha capitolato di fronte alla tua leccornia?

    RispondiElimina
  16. Pensa che io non mai fatto una torta di carote!!

    RispondiElimina
  17. wowwwwww mai fatta una torta di carote che dici sarebbe ora? ;-))
    Davvero mi intriga parecchio !!

    RispondiElimina
  18. A parer mio è la torta più buona del mondo assieme a quella di tagliatelle che mi faceva la nonna qualche decennio fa (ricetta che non mi ha mai rivelato).
    Buona giornata
    Luca
    Luca&Sabrina

    RispondiElimina
  19. Per me la torta di carote è proprio il contrario del cavallo di battaglia. L'ho fatta solo una volta ma con risultati disastrosi. Per cui non l'ho più rifatta. Ma le foto della tua versione mi hanno convinta a riprovarci. Cat

    RispondiElimina
  20. Che bella questa torta...mi piace e mi piace anche il tuo blog...divento yua sostenitrice...se ti va passa a trovarmi. Un saluto dal gattoghiotto

    RispondiElimina
  21. Complimenti per il tuo blog!!! quante belle ricettine..
    eh si ognuno ha il proprio cavallo di battaglia che non stanca mai
    ciao
    vale

    RispondiElimina
  22. dall'aspetto sembra la classica torta della salute (da non confondere con la più nota "canottiera" :p )
    io non ho mai provato ad assaggiare questo dolce, in america sembra essere uno dei dolci più diffusi ma non so se la ricetta sia simile a quella trentina da cui sei partita.
    ad ogni modo sembra buona, perchè mi stuzzica l'abbinamento delle mandorle con le carote...mi verrebbe voglia di inzupparne una fetta nel latte

    RispondiElimina
  23. per tutta la vita la torta di carote mi affascinerà con il ricordo delle camille *_* davvero, mi fanno fantasticare quelle merendine. Non perché ne abbia fatto indigestione, ma semplicemente mi danno un senso di pace, ricordi di "fanciullezza", non so perché... sai no, ci sono alcune cose (cibi, oggetti, ecc..) che sono molto evocativi, senza motivo particolare. E i tortini di carote dolci sono così per me.
    Che sia il tuo cavallo di battaglia è una cosa beloissima, ognuno di noi ha un "suo" dolce forte.. e se questo è il tuo, sono certa sia formidabile, buonissimo! E poi adoro le torte dolci con verdure dolci :) una volta ho provato anche un cake dolce con le zucchine... buonissimo :)

    bacio cara Giò :*

    RispondiElimina
  24. Me lo faceva mia madre da piccola.
    Adesso devo salire sul tuo cavallo allora? ;-) Belle le foto rustiche
    Bacioni

    RispondiElimina
  25. La vedo con imperdonabile ritardo, ma me ne sono innamorata all'istante. Non sarà quella originale trentina, ma dalla foto sembra che la consistenza sia proprio la sua: morbida, umida, sbriciolosa, peccaminosamente dolce...

    RispondiElimina
  26. Da poco ritornato da una piccola vacanza a Berlino dove ho mangiato in una caffetteria di ispirazione peruviana una torta alle carote buonissima, la tua lo sembra altrettanto e mi ha fa ricordare dolcemente la mia vacanzetta...
    bel blog ti leggo per la prima volta

    ti seguirò

    RispondiElimina
  27. @Lydia: come io non avevo mai fatto una caprese!prova non te ne pentirai!
    @Lory: pure tu? prova prova chissà che variante fantasmagorica ti esce!
    @Luca: benvenuto!intendi la torta di tagliatelle mantovana?
    @Cat: non avevi la mia ricetta...he he he
    @Ambra e V@le : grazie, già fatto un saltino da voi!
    @ilcucchiaiodoro: troppo gentile!
    @Cuochella:no no è abbastanza golosa come torta. ma non ti consiglio di inzupparla nel latte non la trovo molto adatta meglio con una tazza di te
    @Manu: confesso di non aver mai mangiato le camille..anche per me è una torta legata a bei ricordi!
    @Dada: he he.... grazie x le foto, detto da te mi fa ancora + piacere!
    @Onde: ti dirò, non è umidissima come quella trentina, devo ancora capire se ci andrebbero + carote ma ormai sono millenni che la faccio così e non mi schiodo!
    @Paolo:potesti provarla e fare finta di essere ancora in vacanza!

    RispondiElimina
  28. Non ho mai fatto una torta di carote e questa mi sembra la ricetta giusta con cui cominciare.
    bentrovata!

    RispondiElimina
  29. Hai ragione...infatti stavo prorpio pensando di fare qualche piattino rivisitato della mia vancanza...lo posterò prima o poi...

    RispondiElimina
  30. Complimenti!!! Questa torta è deliziosa, si vede che ti iresce alla perfezione!!
    Franci

    RispondiElimina
  31. Per anni ho avuto una certa avversione ai dolci con carote o zucche .... ma quest'anno ho recuperato alla grande ....
    Anche secondo me il fatto che si "sbricioli" facilmente è un pregio ed è dovuto alla presenza delle carote grattugiate :)

    RispondiElimina
  32. @Alem:bentrovata anche tu!non pensavo di trovare così tanti che non avessero mai fatto la torta di carote!
    @Francesca:benvenuta, ormai sono affezionata a questa ricetta e poi non è affatto difficile!
    @Lenny: io ho ancora l'avversione zucca ma pure in versione salata..

    RispondiElimina
  33. Anch'io non ho mai fatto dolci con le carote. La tua è molto invitante, sembra umidiccia al punto giusto. Ho sempre visto torte compatte e molto "inzuppate" ed è per questo che non ho mai avuto voglia di cimentarmici.

    RispondiElimina
  34. E' semplicemente splendidaaa ha un colore fenomenale e sicuramente sarà ottima!!! Me la segno perchè fin ora quelle provate non mi sono piaciute molto...ciaooooo

    RispondiElimina
  35. Da provare questa torta di carote, sembra buonissima dalle apparenze.

    RispondiElimina
  36. ciao, Gio'!!questa torta è sempre,comunque,in ogni momento,buonissima da mangiare!!per questo il nome che le hai dato, è azzeccatissimo!!la tua ricetta è interessante^;^ felice weekend!!hai visto,che abbiamo uno scrittore in erba??anch'io, ho l'abitudine di leggere velocissima,come te,non solo i racconti di Rocco....:-*

    RispondiElimina