mercoledì 28 aprile 2010

Torta Beniamino

Torta Beniamino-Nonna Papera

Confessate: chi di voi non è rimasta affascinata e incuriosita dalle mitiche torte fumanti immortalate sul davanzale di Nonna Papera nei fumetti di Topolino?
ora grazie alla raccolta di Fragole a merenda "Le ricette di Nonna Papera: 40 anni dopo" ho finalmente potuto realizzare una magica torta di Nonna Papera!

Purtroppo non ho mai avuto la fortuna di possedere il libro in questione, l'ho cercato in qualche negozio e ho chiesto alle amiche ma senza risultato, ma confido che prima o poi lo scoverò in qualche mercatino! per fortuna Sabrine è stata gentilissima e mi ha inviato ben 2 ricette di cui ho scelto questa torta.
Confesso che ho dovuto apportare alcune modifiche, ma non l'ho stravolta affatto...del resto, non so voi, ma io davanti a 4 tuorli per 200 gr di farina qualche perplessità l'ho avuta..e anche il ripieno era poco sostenuto, anzi nonostante la cottura (non prevista nell'originale) è debordata come ben vedete dalla foto (a proposito scusate per la foto, si vede che ero di fretta, ma ho portato la torta in studio senza riuscire a fotografarla prima e non avevo molte possibilità scenografiche...)

Torta Beniamino
"....Fulmini e parafulmini, questa è proprio la torta di Beniamino Franklin!Un dolce che dà la scossa soprattutto a chi s'incaricherò di prepararlo!...." (...e tremila calorie a fetta, aggiungerei io....)

Torta Beniamino-Nonna Papera

Ingredienti (fra parentesi in neretto le dosi originali):
per la pasta:
200 gr di farina 00
100 gr di burro
100 gr di zucchero
2 tuorli grandi (4 tuorli)
un pizzico di sale

per la crema:
3 tuorli
205 gr di zucchero ( 225 gr)
150 gr di mandorle macinate con al buccia (la ricetta non specificava)
75 gr di burro morbido
1 tazzina di caffè ristretto
due cucchiai di rum scuro (kirsch)

Preparate la pasta frolla: disponete a fontana la farina setacciata con il sale, create un incavo al centro in cui versare lo zucchero e il burro a pezzetti. Impastate velocemente burro e zucchero con la punta delle dita, incorporate i tuorli e infine unite la farina poco per volta, lavorando il meno possibile. Formate una palla, avvolgetela in una pellicola e lasciate riposare in frigo per 30 minuti. Stendete la pasta e foderate una tortiera da crostata da circa 24cm di diametro, precedentemente imburrata e infarinata. Foderate con carta forno, versate i legumi o i pesetti e cuocete in bianco a 180° per 10 minuti, rimuovete carta e legumi e cuocete ancora per 5 minuti. Lasciate intiepidire e nel frattempo preparate la crema. In una ciotola montate i tuorli e lo zucchero finchè diventano bianchi e spumosi, unite il burro a pezzetti poco alla volta mescolando sempre con le fruste, aggiungete il caffè e quando è ben assorbito versate le mandorle macinate finissime. Infine profumate con il liquore. Versate la crema nel guscio di pasta frolla, infornate a 150° e lasciate cuocere per circa 20-25 minuti. Appena è fredda trasferitela in frigo per far solidificare la crema ed evitare l'effetto foto. (la ricetta originale prevedeva la cottura in bianco per 45 minuti e l'aggiunta della crema a freddo senza cottura)
veramente molto buona ma un filo troppo carica per me, proverei ad eliminare totalmente il burro, che dite?

15 commenti:

  1. E' veramente una bomba questa torta!!!Con tutto il ripieno strabordante fa venire un attacco di cuore!!Bellissima!PS Vero caso di telepatia direi!!Bacio

    RispondiElimina
  2. Ho appena letto da Ambra del tuo post e sono corsa a curiosare!
    Anch'io non ho la fortuna di sfogliare il ricettario "paperino"
    ma non mollo la spugna nelle ricerche...
    Buona questa torta beniamino...unico ingrediente che sostituirei: il caffè...non lo amo particolarmente...
    per il resto pollice su, soprattutto per le mandorle!
    Baciusss

    RispondiElimina
  3. Infatti ho appena visto la ricetta di Ambra (goduriosa anche quella!) e sembrava di rileggere lo stesso post... poi ho visto la torta e mi sono detta "no, non ho riaperto lo stesso blog... non sono totalemnte rinco...". Che dire goduriosissima e meno male che la vedo solo sullo schermo, perché per adesso io sono a dieta ferrea... sob, sob!

    RispondiElimina
  4. che meraviglia questa torta begnamino deve essere cosi golosa!!c'è tutto quello che mi piace in un dolce e poi nonna papaera nn si tocca è il massimo!!bacioni imma

    RispondiElimina
  5. A me quel ripieno esagerato che straborda mi fa ua gola!!!

    RispondiElimina
  6. buonaaaaaaaaaaaaaa!! da leccarsi i baffi!! la segno!

    RispondiElimina
  7. Essì, proprio una vera goduria!!!!

    RispondiElimina
  8. Ciao! ma che bello questo ripieno così morbido e dolce!
    un bacione

    RispondiElimina
  9. è spettacolare e secondo me il ripieno che cola è così affascinante....nemmeno io ho il libro di nonna papera :(

    RispondiElimina
  10. Cara Giò,
    trattandosi di una torta creata per "dare una scossa", forse la quantità di burro ci sta pure. Ma certo 40 anni fa, tanti problemi con le diete e il sovrappeso gli italiani nn ce li avevano ancora!
    Grazie per il tuo contributo alla raccolta di ricette per festeggiare insieme i 40 anni del Manuale di Nonna Papera: corro a metterti in elenco!
    A presto

    Sabrine (che non sarebbe esattamente Sandrine...)

    RispondiElimina
  11. In un momento come questo, una bella fetta me la mangerei senza problemi!
    Io il manuale l'avevo, chissà dov'è finito!
    Me lo aveva regalato mia nonna, e mi ricordo che qualche esperimento l'avevo fatto...
    Hi, hi, ho notato la tortiera con il bordino blu! Ci manca solo che trovi il ripieno blu!

    RispondiElimina
  12. E' incredibile! solo ora, dopo essere passata più e più volte dalla tua cucina mi accorgo che sei di Piacenza!! ma anche io!! chissà magari ci conosciamo anche!! beh, comunque è bello averti trovata!!

    RispondiElimina
  13. Aproposito tu dove l'hai trovato il manuale di nonna papera?? ho cercato in biblioteca ma non ce l'hanno!! volevo proprio partecipare alla raccolta di Sabrine...

    RispondiElimina
  14. @k@tia:maddai! che bello un altra compaesana! adesso vengo a sbirciare da te. non ho trovato neanche io il manuale di nonna papera, mi ha mandato la ricetta Sabrine.per incontrarci magari ci sentiamo in pvt.

    RispondiElimina
  15. ce l'ho anche io il manualeeeeeeeee :) conosci la torta di mele quella che prevede tutte mele e solo 200 g di farina, 2 uova e 80 g di latte? quella che ha fatto Ago. Ecco io l'ho fatta con farina di Kamut ed è ... squisitamente squisita!! provala *-*

    con questa ennesima ricetta di Nonna P. posso confermare che quel manuale dovrebbero incorniciarlo... offre così tante delizie che non mi sarei MAI e poi MAI aspettata!!

    RispondiElimina