mercoledì 2 dicembre 2009

Sformatini di miglio e porri con noce moscata e alloro

Sformatini di miglio e porri

In questo periodo tutte a sfornare biscottini, dolci natalizi, delizie sfiziose da regalare, prove tecniche di pranzi natalizi e io invece cosa vi posto? Tranquille pure io sono in pieno fermento natalizio, almeno con la testa sto già pensando a regali, alberi, decorazioni, pandori e panettoni per contest golosi, solo che come al solito a natale tutti impazziscono e bisogna lavorare come pazzi, in + io mi complico la vita, c’è il compleanno del coniuge imminente, una torta su commissione per domani e per sabato ho un catering da preparare. Bene direi che durante il ponte cercherò di recuperare!

Considerate poi che nella mia famiglia il pranzo di Natale è off limits, il menù tradizionale è sacro, mi resta posto solo per gli antipasti ma anche qui lo spazio che mi ritaglio è poco. Per fortuna ormai è entrato nella tradizione che io cucini un secondo piatto vegetariano per la bioecozia, anche se in pratica ce lo mangiamo tutti vegetariani e non! Abitualmente propongo torte salate golose o verdure al gratin ma quando ho cucinato questi tortini ho pensato che potrei cimentarmi con una presentazione finger food come questi che sono già abbastanza golosi.

Nati ovviamente per caso, invasione di porri (mi piacciono immensamente e ogni volta ne compro in abbondanza ), panna fresca avanzata da una ganache, voglia di qualcosa di morbido ma non troppo lungo da cucinare……

Sformatini di miglio e porri con noce moscata e alloro

Sformatini di miglio e porri

Dosi per 16 pozioni (ho usato gli stampi ovali silikomart)

250 gr di miglio

2 porri

1/2 cipolla grossa

3 uova

100 ml di panna o latte fresco

5 cucchiai di pecorino di Norcia grattugiato

2 cucchiai rasi di farina

mezzo cucchiaino di alloro secco tritato

Noce moscata

Olio

Sale

Brodo vegetale leggero

Semi di sesamo per decorare

Per prima cosa preparate il miglio.: fatelo tostare in un pentolino con pochissimo olio, poi versate il triplo del suo volume di brodo vegetale bollente (attenzione perché tende a schizzare un pochino, quindi abbassate la fiamma prima di versare il liquido), abbassate il fuoco al minimo, incoperchiate e cuocete fino a completo assorbimento del liquido, circa 15-20 minuti, lasciate riposare per 10 minuti a fuoco spento sempre chiuso e infine fate intiepidire.

Nel frattempo tagliate i porri a rondelle e affettate la cipolla, fateli appassire in padella con 2 cucchiai d’olio facendo attenzione a non farli bruciare, potete aggiungere un po’ d’acqua eventualmente. Una volta cotte le verdure unitele al miglio ancora tiepido, mescolate e iniziate ad aggiungere la panna, il pecorino e la farina, per ultime le uova sbattute. Infine profumate con una grattugiata abbondante di noce moscata, l’alloro tritato (mi raccomando non esagerate perché l’alloro, soprattutto secco è molto intenso) e regolate di sale.

Suddividete il composto negli stampini (o in una tortiera se preferite), cospargete la superficie con poco pecorino e i semi di sesamo. Infornate a 180° per circa 25 minuti, poi abbassate a 150° per 10 min. Le indicazioni di temperature e tempi di cottura sono chiaramente indicative, considerate che gli sformatini devono rimanere morbidi.

Sformatini di miglio e porri

29 commenti:

  1. Pubblici poco (ma buono ;-) ma è sempre strainteressante sia negli ingredienti che nelle idee, come ti viene in mente? Ecco il miglio non l'ho mai usato e questi sformatini adorabili, mangiabili a qualsiasi ora mi hanno convinta
    Buona serata

    RispondiElimina
  2. Sfiziosissimi!
    Certo che ne hai cose da preparare...
    direi la più importante la torta per il coniuge...
    tutti in fermento in questo periodo...
    baci :-)

    RispondiElimina
  3. Mi piacciono questi sformatini, anche perché sostituendo la farina con la fecola diventano assolutamente gluten free. Li provo, così li preparo per il mio buffet natalizio!

    RispondiElimina
  4. @dada: grazie, mi hai fatto un complimento bellissimo! mi piacerebbe postare di +, ho anche diverse ricette in archivio ma il tempo è tiranno!
    @Pagnottella:..e poi ho la capacità di riuscire a concentrate tutto nello stesso periodo! il dolce x il coniuge per fortuna coincide con quello che devo preparare x il catering!
    @Fantasie: la farina puoi anche ometterla del tutto, oppure io proverei con la farina di mais o di riso....ho già in mente la variante natalizia......

    RispondiElimina
  5. Come Dada, mai utilizzato il miglio.
    Molto interessante

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. io voglio conoscere la tua bioecozia!
    E se non fosse per le uova, mi papperei pure questi sformatini. Anzi, sai che ti dico? Me li trasformo in vegan, tanto il miglio si presta per polpettare senza uova, dovrebbero venir bene anche gli sformatini!

    BACIIII

    RispondiElimina
  8. @Lydia: per me è uno dei cereali + buoni, soprattutto in inverno
    @Cri: quando vieni a trovarmi? ho una famiglia abbastanza ecologica, mio zio è segretario di legambiente piacenza...
    secondo me puoi usare latte o panna di soia mettendone un pò di + e sostituisci le uova con patate lessate!

    RispondiElimina
  9. Un’idea molto interessante che forse potrei adattare per terminare il pacchetto di amaranto :))
    In bocca al lupo per il catering: bravissima!!!
    Poi ci racconterai, immagino ….

    RispondiElimina
  10. Nooooooo!
    Sai stasera cosa ho mangiato? Polpette di miglio con porri impanate con il sesamo, al forno!!!
    A me il miglio piace moltissimo, e, per rispondere a Cri, io le faccio sempre vegan, senza uova, formaggio e latte, e se le pappa di gusto anche il maritino!
    La prossima volta, però, le cuocio negli stampini!
    Grazie mille dell'idea!

    RispondiElimina
  11. Secondo te posso sostituire il miglio con il grano? Mi sono ricordata ce ne ho un bel po' proprio di chicchi di grano, e penso che avro bisogno di 2 o tre ricette per smalritli :D
    Belli e festivi, avrai capito che mi piacciono molto :)

    RispondiElimina
  12. @lenny: anche con l'amaranto li vedo benissimo!
    ..ma è un minicatering....comunque racconterò di sicuro!...CREPI!
    @Marcella: sai che pure io di solito i tortini li faccio vegan, al massimo ci metto un pochino di pecorino!
    @Ciboulette: non saprei, con il grano spezzato sicuramente sì, con i chicchi avranno una consistenza molto diversa ma essendoci 3 uova non dovresti avere problemi!il sapore del grano ci sta sicuramente bene.

    RispondiElimina
  13. Mai assaggiato il miglio, ma con questi sformatini vorrei veramente provarlo!a presto

    RispondiElimina
  14. è una gran bella preparazione, un modo diverso per adoperare il miglio

    RispondiElimina
  15. no, no..bisogna sdoganare la cucina vegetariana dall'etichetta di cucina fatta di "carotine e fagiolini"..questi sformatini sono una prova del fatto che anche se non c'è carne un cibo è ugualmente buono e non per forza privativo, deve essere proprio la parola "vegetariano" che crea pregiudizio secondo me
    comunque complimenti, sono proprio belli e i porri mi piacciono..sì sì!

    RispondiElimina
  16. @Milla: provalo, è delizioso!
    @Gunther: grazie! il miglio si presta bene a questo tipo di preparazioni.
    @ilcuchiaiodoro: grazie!
    @Cuochella: perfettamente d'accordo con te, questi sono anche molto golosi, vegetariani o no!

    RispondiElimina
  17. non male, veramente ingriganti. ora ci faccio un pensierino! ciao :-)

    RispondiElimina
  18. ecco una bella idea per utilizzare quel sacchetto di miglio che ho dimenticato là, nella scatola dei legumi & simili!

    RispondiElimina
  19. sai che sono passata e ripassata qui senza riuscire a leggere la ricetta perchè troppo incantata dalla bellezze di questi cosini? gnam

    RispondiElimina
  20. Mamma mia... mi hai fatto venire voglia di riprovarci con il miglio, che ci ho litigato un paio d'anni fa!
    p.s.: ho appena scoperto che non sei nella mia lista di preferiti, ma come ho potuto essere così ciecaaa!!!? vado immediatamente a linkarti, swish!

    RispondiElimina
  21. Ciao cara non ho mai provato il miglio ma questi sformatini vien voglia di addentarli! Immagino siano belli saporiti ideali per un "apripancia" :DD

    RispondiElimina
  22. @babs: fammi sapere!
    @salsadisapa: come dimenticare il miglio? io lo adoro!
    @Lo:grazie cara, sapevo che la gallina poteva apprezzare!
    @Izn: e perchè mai litigasti con il miglio?dai dai riprova!!
    @Sunflowers: ti dirò che sono abbastanza sostanziosi, noi li abbiamo mangiati come cena!

    RispondiElimina
  23. Ciao cara, se ti va, da me tra i commenti, potrai leggere le spiegazioni circa lo zucchero...ricordi?
    Spero d'essere stata il più chiara possibile nella spiegazione...
    Grazie! :-)
    P.s il post è questo: http://ilgaiomondodigaia.blogspot.com/2009/12/una-pioggia-di-consigli.html

    RispondiElimina
  24. il miglio lo davo ai canarini molti anni fa, ma immagino sia un'altra cosa...son proprio ingnurant in materia....imparare però si fa sempre in tempo, baciuzzzzz!

    RispondiElimina
  25. mi credi che io sono ancora alle prove tecniche?? :(
    ma scusa: lunedì iniziero' ad imbottigliare cose che vanno fatte maturare almeno per quindici gg.. ok. Ma il resto che senso ha farlo adesso?? Mi si chiede persino se ho già cominciato con i regali natailzi gastronomici.. ma a mio parere, magari sbaglio, ma non mi sembra proprio ilc aso di iniziare adesso e conservare biscotti o simli per oltre 10 giorni! .. boh, questo secondo me :( quindi mi ci metterò fine settimana prossima con le produzioni! :)

    forse te l'avevo già detto, in caso mi ripeto volentieri ;P ...gli sformatini di miglio sono squisiti! rendonomeglio del cous cous a mio parere!

    RispondiElimina
  26. @astro: nooooo..mi fai troppo ridere!!non so se sia lo stesso miglio però quello per umani è molto buono!
    @fiordivanilla: io le prove tecniche le salto a piè pari direttamente!
    il miglio lo preferisco al cous cous in generale, negli sformatini secondo me è decisamente meglio

    RispondiElimina
  27. aahha fai benissimo! io le prove tecniche le faccio per modo di dire... se fosse così, sarebbero sempre prove tecniche allora dato che faccio regali gastronomici a go go tutto l'anno! ahhahah

    il miglio è meglio :D

    RispondiElimina
  28. Che buoni devono essere! Da provare.

    RispondiElimina